Nuovamente per città

1 07 2012

29 giugno – Sebbene avessimo detto di fare le cose con più calma, questa mattina non è andata proprio così. Ci lasciamo alle spalle Gävle piuttosto presto e imbocchiamo l’antipaticissima E4, che in questa parte è una vera autostrada con doppia carreggiata, ognuna di due corsie. Ma dopo pochi chilometri usciamo perché abbiamo studiato un itinerario alternativo su strade che ci portano verso l’interno, attraverso i paesini. Il paesaggio è piuttosto ripetitivo: boschi, laghi con l’isolotto al centro, qualche centro abitato. A Enkoping inizia il la regione più ricca d’acqua: qui è un susseguirsi di grandi bacini con località di villeggiatura e campi da golf. Alcuni scorci sono talmente bucolici da sembrare immagini tratte da un libro illustrato. Ancora una volta se vogliamo scattare delle foto dobbiamo abbandonare la strada principale per poi riprenderla, in quanto la rete viaria svedese non prevede grandi alternative: se si costruisce un’autostrada in un determinato segmento, la statale viene letteralmente cancellata, fino al punto in cui 4 corsie suddivise nelle due carreggiate non sono più compatibili con il territorio, e si riprende con l’alternanza di tratti a 1 e 2 corsie, un po’ come l’autocamionale che un tempo collegava Milano con Genova, stando ai ricordi dei racconti di mio padre.

Comunque, tra laghi e boschi, ancora una volta tanti segnali di pericolo per l’attraversamento di alci, di cui non si vede neanche l’ombra. A Norrköping ci immettiamo nuovamente su un tratto di autostrada e dopo 45 chilometri arriviamo a Linköping, nostra destinazione. Anche qui, come Uno dei pochi edifici storici di Linköpingin altre località, ci salta subito all’occhio la stazione ferroviaria, particolarmente imponente. Facciamo una passeggiata per la cittadina visitando la cattedrale e ammirando il vicino castello, che non ci lascia particolarmente impressionati. Gli edifici “datati” qui sono davvero pochi, ma su un paio, proprio nel centro, a fianco di costruzioni molto recenti, non possiamo fare a meno di soffermarci. Non riesco a capire se Linköping mi piace oppure no. Credo che, a parte pochi elementi, non lascerà un gran segno nella mia memoria.

Questa notte probabilmente pioverà, quindi mettiamo la moto in un garage coperto. Di acqua ne ha già presa troppa anche lei. Non so perché, ma questa sera sono particolarmente stanca e quindi dedico poco tempo al diario di viaggio: semplicemente non ne ho le energie.

Advertisements

Actions

Information

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




%d bloggers like this: